Info | Contatti | 5 MOTIVI PER ISCRIVERSI AL CReI
Martedi
11 Dicembre
2018

Homepage Primo piano News dal CROI Congressi Terapia Interviste Varie Archivio
Programma elettorale del candidato presidente SIR

10/11/2010

Il prossimo rinnovo del Consiglio Direttivo (CD) della Società Italiana di Reumatologia (SIR) avverrà in ottemperanza a quanto stabilito dal nuovo Statuto approvato in occasione della seduta assembleare tenutasi a Rimini durante l'ultimo Congresso Nazionale della nostra Società.
Il rinnovo del Consiglio Direttivo costituisce sempre un evento fondamentale della vita societaria e deve vedere il coinvolgimento attivo di tutti gli iscritti, poiché la conduzione della Società è demandata e compete proprio al suo CD.
La stesura, sia pur sintetica e schematica, di un programma del candidato Presidente da sottoporre ai votanti rappresenta pertanto un atto doveroso nei confronti di questi ultimi e dà senso compiuto alla richiesta di condivisione decisionale e di collegialità operativa che gli iscritti alla SIR richiedono. 

In una logica di crescita, di potenziamento e di modernità, gli obiettivi principali che il prossimo CD della SIR si deve prefiggere, sono:
1) l'individuazione e il riconoscimento della SIR quale "casa comune reumatologica";
2) l'espansione e la crescita della Reumatologia italiana a livello internazionale e nazionale;
3) la cooperazione con le altre associazioni reumatologiche italiane;
4) la partecipe vigilanza sull'attività e sulle iniziative della Fondazione Italiana per la Ricerca sull'Artrite (FIRA).

Il consolidamento della "casa comune reumatologica", tradizionalmente e doverosamente riconosciuta da tutti i Reumatologi nella SIR, prevede
a) il contributo costruttivo, leale, etico e incondizionato di tutti i Reumatologi italiani nei confronti di SIR, individuata quale unica Società scientifica reumatologica italiana;
b) l'auspicabile rappresentanza, all'interno dei suoi organi istituzionali, di tutte le componenti reumatologiche italiane;
c) la presa in carico responsabile delle aspettative e delle problematiche di tutte le componenti reumatologiche italiane da parte del CD democraticamente eletto;
d) il raffreddamento di eventuali conflittualità pregresse, attuali e future, nell'ottica di una crescita unitaria ma comunque rispettosa delle identità, delle peculiarità e delle istanze che contraddistinguono le varie componenti.

L'espansione e la crescita a livello internazionale devono avvenire
a) sostenendo la presenza italiana ai più elevati livelli di rappresentatività in seno alle istituzioni sanitarie internazionali e, in particolare, in ambito EULAR;
b) attraverso la promozione, nell'ambito delle istituzioni internazionali, dei nostri migliori ricercatori e clinici che diano maggiore visibilità alla Reumatologia italiana;
c) agevolando l'attuazione di programmi di cooperazione e di scambi culturali tra le strutture reumatologiche italiane più qualificate e strutture reumatologiche straniere di riconosciuto prestigio.

L'espansione e la crescita a livello nazionale devono avvenire
a) attraverso la formazione e l'aggiornamento dei Reumatologi e dei cultori della materia;
b) mediante la sensibilizzazione costante delle Autorità nei confronti della disciplina e delle esigenze dei malati reumatici;
c) favorendo la crescita, la diffusione e l'omogeneizzazione dell'assistenza reumatologica nel territorio.
La cooperazione con le altre associazioni reumatologiche italiane deve prevedere
a)  il periodico e costruttivo confronto con le realtà associative mediche, in uno spirito di collaborazione e di comunione di intenti;
b) il consolidamento dei rapporti e la promozione di azioni comuni con le realtà associative dei malati reumatici.

La partecipe vigilanza sull'attività e sulle iniziative della FIRA deve avvenire 
a)  indirizzando, potenziando e sostenendo le attività della Fondazione;
b) individuando tra le aree di possibile intervento quelle che più di altre   necessitano di un sostegno maggiore o prioritario. 

Pur privilegiando le priorità sin qui elencate, il prossimo CD dovrà
a) intensificare i rapporti con le istituzioni al fine di favorire una maggiore conoscenza delle peculiarità e delle problematiche della Reumatologia italiana e dei malati reumatici.
b) mettere in atto tutte le iniziative ritenute più idonee a potenziare la Reumatologia nel territorio e a rivendicare l'autonomia e la specificità della disciplina in tutte le sedi nelle quali è necessario;
c) individuare strategie per favorire l'inserimento nella rete assistenziale dei neo-specializzati e dei giovani Reumatologi;
d) intraprendere azioni mass-mediatiche per rendere sempre più visibile la Reumatologia;
e) promuovere attività e iniziative tra le associazioni culturali non mediche per sensibilizzare l'opinione pubblica rispetto alle problematiche delle malattie reumatiche e dei malati reumatici;
f) favorire la ricerca di base e clinica;
g) proporre tattiche e strategie per migliorare l'attività didattica e formativa nei corsi di laurea e di specializzazione;
h) individuare percorsi per migliorare l'attività assistenziale reumatologica negli ospedali e nel territorio;
i) intensificare l'attività educazionale, formando e aggiornando le figure  professionali coinvolte nella gestione del malato reumatico;
j) essere pronto a raccogliere le istanze e le sollecitazioni degli iscritti, promuovendo l'attivazione di commissioni e gruppi di studio dedicati ad attività di ricerca scientifica, istruzione, formazione, attività assistenziale, aspetti sociali e alla individuazione delle soluzioni più appropriate per le problematiche che di volta in volta dovessero essere ritenute meritevoli di particolare approfondimento;
k) sollecitare la presenza del reumatologo negli organismi la cui attività e i cui interessi riguardano, direttamente o indirettamente, la Reumatologia e i malati reumatici;
l) mantenere e sostenere le iniziative intraprese dal CD uscente con spirito di continuità.

Il Presidente eletto a seguito delle prossime elezioni dovrà farsi garante
a) della trasparenza e dell'eticità comportamentale del prossimo CD, nel solco della tradizione del precedente CD della SIR;
b) dell'attuazione di quanto stabilito dal nuovo statuto;
c) dell'attuazione del programma.

Il prossimo CD dovrà essere caratterizzato dal confronto e non dallo scontro, dall'unione e non dalla divisione, dalla conciliazione e non dall'animosità, da comportamento costruttivo e non da critica pregiudiziale, da spirito di servizio e non da posizioni personalistiche.
Il rinnovo del CD diventa quindi, in questa prospettiva, un momento critico per raccogliere i suggerimenti degli iscritti, per la condivisione di responsabilità, per una riflessione sullo stato dell'arte e per proposizioni meditate sulle scelte da compiere, secondo programmi che consentano la fusione delle ricche e produttive esperienze di ieri con idee e comportamenti adeguati alle necessità di oggi e alle prospettive di domani.

Il 27 ottobre del 2010

Giovanni Minisola



Programma elettorale

Invia ad un amico Stampa l'articolo
Iscriviti alla Newsletter
Registrati
Condividi
 
Interviste Prossimi Congressi I più letti del mese
Qual è l'attività dei centri ambulatoriali di reumatologia? il caso del Veneto
Come medici e pazienti con fibromialgia giudicano i farmaci
Congresso Cora 2015, novità dal faccia a faccia tra i due presidenti italiani
Approvazione europea per il primo biosimilare di Enbrel
Leggi
La febbre di origine sconosciuta nell'anziano: una prospettiva reumatologica
Leggi
Nuovo test predice successo terapia adalimumab in pazienti affetti da Artrite ruematoide
Leggi
Malattie reumatiche: intimita' a rischio per un paziente su due
Leggi
Archivio Archivio Archivio
Il Giornale del CROI
Testata Registrata al Tribunale di Milano
Direttore Editoriale: Dott. Stefano Stisi
Direttore Responsabile: Dr. Danilo Magliano
Editore: MedicalStar via San Gregorio, 12
20124 Milano - info@giornaledelcroi.it
P.Iva: 09529020019
È vietata la riproduzione anche parziale.
Home
Primo piano
News dal CROI
Congressi
Terapia
Interviste
Varie
Archivio
Newsletter
Condividi
Il sito web di CROI non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto