Info | Contatti | 5 MOTIVI PER ISCRIVERSI AL CReI
Mercoledi
17 Ottobre
2018

Homepage Primo piano News dal CROI Congressi Terapia Interviste Varie Archivio
Artrite idiopatica giovanile, più risposte precoci con golimumab

 

19/11/2014

I pazienti con artrite idiopatica giovanile (AIG) poliarticolare con interessamento di almeno cinque articolazioni, che non rispondono adeguatamente al metotressato, mostrano una rapida risposta alla terapia con golimumab somministrato per via sottocutanea. Lo dimostrano i risultati dello studio GO-KIDS presentato al Congresso annuale dell’ American College of Rheumatology/Association of Rheumatology Health Professionals (ACR/ARHP).

GO-KIDS ha valutato l’efficacia e la sicurezza dell’anticorpo monoclonale anti TNF-alfa golimumab in pazienti pediatrici con AIG poliarticolare tra i 2 e i 17 anni, pretrattati con metotressato per un periodo di almeno sei mesi. Il trial è stato suddiviso in tre parti. Nella prima, (settimane 0-12) tutti i pazienti hanno ricevuto in modalità open label dosi sottocutanee di golimumab (30 mg/m2; maximum 50 mg) ogni 4 settimane in combinazione a una dose stabile di metotressato. Nella seconda parte dello studio, i pazienti che hanno mostrato una riposta clinica evidente secondo i criteri dell’American College of Rheumatology, sono stati randomizzati in doppio cieco a ricevere golimumab o placebo somministrati ogni 4 settimane. Alla settimana 48 o alla comparsa di riacutizzazioni della malattia nella parte 2 dello studio, i pazienti sono passati alla parte 3 dove hanno ricevuto golimumab in modalità open label.

L’endpoint principale dello studio era la percentuale di responders a 16 settimane che non presentavano riacutizzazioni fino alla settimana 48. Gli endpoint secondari dello studio includevano differenti tassi di risposta e il tasso di inattività della malattia alle settimane 16 e 48 e la sicurezza.

Il trial ha arruolato 173 pazienti con AIG poliarticolare moderatamente attiva. L’11% dei partecipanti ha interrotto il trattamento nella parte 1 dello studio a causa dell’inefficacia della terapia, agli eventi avversi o alla revoca del consenso. Nella prima parte dello studio, l’87% dei partecipanti rimasti ha ottenuto un miglioramento pari al 30% rispetto al basale di 3-6 parametri analizzati quali il numero di articolazioni interessate dalla malattia, la limitazione del movimento, la valutazione clinica globale e il punteggio del Childhood Health Assessment Questionnaire, senza peggioramento degli altri parametri analizzati. Il 36,1% dei partecipanti presentava la malattia in uno stadio inattivo a seguito del trattamento.

Dei partecipanti, 154 sono stati randomizzati nella seconda parte dello studio. In questa fase, l’endpoint primario non è stato raggiunto. Alla settimana 48, il tasso di riacutizzazioni era simile nei pazienti trattati con golimumab e con placebo (52,6% vs 59,0%, P00,41). Anche gli endpoint secondari erano simili tra i due gruppi. L’incidenza di malattia inattiva o remissione clinica nel gruppo placebo più metotressato era del 27,6% e 11,8%. Tale incidenza era pari al 39,7% e al 12,8% nei pazienti assegnati a golimumab più metotressato.

Il sostanziale miglioramento della malattia è stato mantenuto in entrambi i gruppi rispetto al basale. Alla settimana 48, gli eventi avversi, gli eventi avversi gravi e le infezioni gravi sono state osservate rispettivamente nell’87,9%, nel 13,3% e nel 2,9% di tutti i pazienti randomizzati. Gli eventi avversi più gravi erano le esacerbazioni della malattia.

Questo studio dimostra che i pazienti con artrite idiopatica giovanile poliarticolare con interessamento di almeno cinque articolazioni rispondono precocemente alla terapia con golimumab. Nella prima parte dello studio, il 36% dei pazienti presentava la malattia nello stato inattivo a seguito della terapia con golimumab, con un profilo di sicurezza accettabile.

“Le ragioni della similarità nel tasso di riacutizzazioni della malattia tra i due gruppi analizzati non sono ancora chiare e ulteriori studi sono necessari per far luce sulla questione”, concludono gli autori.

A Multi-Center, Double-Blind, Randomized-Withdrawal Trial of Subcutaneous Golimumab in Pediatric Patients with Active Polyarticular Course Juvenile Idiopathic Arthritis Despite Methotrexate Therapy: Week 48 Results. Abstract 933

Invia ad un amico Stampa l'articolo
Iscriviti alla Newsletter
Registrati
Condividi
 
Interviste Prossimi Congressi I più letti del mese
Qual è l'attività dei centri ambulatoriali di reumatologia? il caso del Veneto
Come medici e pazienti con fibromialgia giudicano i farmaci
Congresso Cora 2015, novità dal faccia a faccia tra i due presidenti italiani
Biosimilare di Enbrel, Fda esamina la domanda di Sandoz
Leggi
La febbre di origine sconosciuta nell'anziano: una prospettiva reumatologica
Leggi
Spondilite anchilosante, conferme per secukinumab da due studi sul NEJM
Leggi
Il nuovo inibitore di JAK, efficace nell'AR da solo e con MTX
Leggi
Archivio Archivio Archivio
Il Giornale del CROI
Testata Registrata al Tribunale di Milano
Direttore Editoriale: Dott. Stefano Stisi
Direttore Responsabile: Dr. Danilo Magliano
Editore: MedicalStar via San Gregorio, 12
20124 Milano - info@giornaledelcroi.it
P.Iva: 09529020019
È vietata la riproduzione anche parziale.
Home
Primo piano
News dal CROI
Congressi
Terapia
Interviste
Varie
Archivio
Newsletter
Condividi
Il sito web di CROI non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto